Cerca nel blog

martedì 2 ottobre 2012

"RED AMERICA" IN USCITA

Esce in questi giorni in libreria Red America, una preziosa raccolta di scritti di John Reed sulla lotta di classe negli Stati Uniti di inizi '900.

Conosciamo John Reed essenzialmente per il libro Dieci giorni che fecero tremare il mondo (1919) – l’appassionato e documentato reportage in tempo reale sulla Rivoluzione d’Ottobre che Lenin stesso raccomandò “agli operai di tutto il mondo” come “una narrazione fedelissima e vivissima degli eventi tanto significativi per la comprensione esatta di ciò che sono la Rivoluzione proletaria e la Dittatura del proletariato”. Meno note sono la precedente, intensa attività giornalistica e pubblicistica di Reed e, negli ultimi anni di una vita brevissima (morirà a pochi giorni dal trentatreesimo compleanno), la sua decisa militanza nel movimento comunista statunitense e internazionale. Ciò che colpisce di questo percorso e apprendistato è la rapidità e intensità con cui si sviluppò sull’arco di un decennio scarso: segno di tempi caratterizzati da grandi sommovimenti sociali e culturali, in cui gruppi e individui erano proiettati su una scena storica segnata da straordinarie contraddizioni, da mutamenti profondi. I testi riuniti in questo volume (alcuni inediti in Italia, altri pubblicati una quarantina d’anni fa ma ormai introvabili), scelti, all’interno di una copiosa produzione, per la loro diretta attinenza alla situazione statunitense, ne sono la testimonianza più vibrante ed eloquente.

Nessun commento:

Posta un commento